LA RIVOLUZIONE URBANISTICA DEL '800


Ore 8,30         Colazione allo Locale Storico Klainguti in Piazza Soziglia; fondato nel 1828 da quattro fratelli svizzeri che per un disguido non riuscirono a imbarcarsi per le Americhe; frequentato e amato da Giuseppe Verdi, di cui rimane una dedica.

Ore 10,00         Via XX Settembre: iniziata nel 1892 su progetto di Cesare Gamba a modello delle vie borghesi delle Capitali europee; tra le opere più significative il Mercato Orientale  e il Ponte Monumentale

Ore 9,00           Piazza Colombo: la Piazza fa parte della rivoluzione urbanistica voluta dal Comune di Genova e progettata dall’architetto N. Barabino, realizzata da Resasco; al centro, nel 1861, fu portata la bella fontana del “Genio Marino” che era a ponte Reale.

Ore 13,00         Una pausa in un altro Locale Storico: il bar Mangini in Piazza Corvetto, fondato nel 1846: frequentato Pertini, Cossiga, Spadolini e Scalfaro, amato da Gilberto Govi e dal direttore del Secolo XIX  Cavassa

Ore 14,30         Galleria Mazzini: la galleria in ferro e vetro fu realizzata tra il 1874 e il 1876 ; alcuni bronzi, tra cui Giano Bifronte  e i lampadari, furono realizzati a Berlino e ornano la cupola vetrata.

Ore 18,00         Via  Assarotti : realizzata ancora su indicazione del piano urbanistico del 1825, fu iniziata nel 1853; a metà della via si trova la neorinascimentale  Chiesa dell’Immacolata

Ore 20,00         Panorama di Spianata  Castelletto; sede di una fortezza fin dall’anno 1000, l’area fu utilizzata per scopi militari fino al 1849 quando fu demolita a seguito della rivolta popolare contro lo Stato Sabaudo; cena alla Barcaccia in Spianata Castelletto 68 r


News dal Sito

Il gadget che hai aggiunto non è valido

Comments